Agevolazioni del Decreto Rilancio


Credito d'imposta locazioni commerciali


Pronto il codice tributo per l'utilizzo in compensazione del Credito d'imposta per locazioni commerciali. Con risoluzione n. 32/E del 6 giugno 2020, l'Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo 6920 per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d'azienda, previsto dall’art. 28 del Decreto Rilancio.

Bonus a Fondo Perduto


Imprenditori, lavoratori autonomi e percettori di redditi agrari, per uscire dalle difficoltà economiche causate dal lockdown, possono contare sul contributo a fondo perduto previsto dal decreto Rilancio. L’importo erogabile è determinato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 e l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019. Spetterà all’Agenzia delle Entrate procedere all’accredito della somma dovuta, qualora non sussistano controindicazioni, direttamente in conto corrente bancario o postale intestato al soggetto beneficiario.


*** ATTENZIONE: DOMANDE DAL 15/06 AL 13/08 P.V. ***


Credito d'imposta DPI e sanificazioni


Il decreto Cura Italia ha previsto un credito d’imposta per incentivare la sanificazione degli ambienti di lavoro. Il credito è riconosciuto ai soggetti esercenti attività d'impresa, arte o professione nella misura del 50 per cento delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro sostenute e documentate fino ad un massimo di 20.000 euro per ciascun beneficiario, nel limite complessivo stanziato. Inoltre, il D.L. 23/2020 estende tale credito anche alle spese sostenute per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale (dpi) e altri dispostivi atti a proteggere i lavoratori.


*** ATTENZIONE: NON SONO ANCORA DISPONIBILI LE MODALITA' OPERATIVE PER PROCEDERE ALLA COMPENSAZIONE ***


Credito d'imposta per l'adeguamento degli ambienti di lavoro


Credito di imposta ambienti di lavoro per la ripartenza delle attività aperte al pubblico e l’adeguamento alle misure anti coronavirus: a introdurre la nuova agevolazione fiscale è l’articolo 120 del Decreto Rilancio, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 maggio 2020 ed entrato in vigore nella stessa data.

Il bonus si aggiunge a quello già previsto per la sanificazione e l’acquisto di mascherine e dpi.

Esercenti attività d’impresa, arte o professione in luoghi aperti al pubblico, ma anche associazioni, fondazioni e altri enti privati, compresi gli enti del Terzo del settore, sono i potenziali beneficiari del credito di imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro.



*** ATTENZIONE: NON SONO ANCORA DISPONIBILI LE MODALITA' OPERATIVE PER PROCEDERE ALLA COMPENSAZIONE ***


Sintesi Studio Associato Copyright 2020, All Rights Reserved